Banca dati online (GDB)

Cos’è

GDB è un inedito progetto sostenuto dalla yellow P foundation nell’ambito del controllo di qualità in traumatologia dello sport. Il suo funzionamento semplice, automatizzato e anonimo genera enormi quantità di dati statistici che forniscono indicazioni utili e fondamentali sia per migliorare le cure che per lanciare innovativi progetti di ricerca.
A ogni paziente che giunge nella rete di medicina dello sport yellow P viene proposta l’inclusione nella banca dati che ovviamente è facoltative. Ogni paziente può, se lo desidera, interrompere in qualsiasi momento la procedura e lasciare il progetto.

Scopi

GDB è una banca dati che permette di raccogliere importanti informazioni sull’attività sportiva, sulla diagnosi e sulla qualità delle cure impartite ai nostri pazienti.
Per raccogliere queste grandi quantità di dati su un server, GDB si basa su una tecnologia informatica detta “open source”.
I dati vengono importati dai pazienti stessi, dai medici e dai fisioterapisti. 
Il sistema elabora le informazioni e genera, nel tempo, automaticamente delle domande che sono poi inviate ai vari protagonisti.
L’interazione tra sistema informatico, paziente e medico fornisce in tempo reale informazioni molto preziose sull’andamento delle cure.

Chi gestisce la banca dati?

GDB è stata sviluppata con la collaborazione di medici, consulenti in scienze della comunicazione e una ditta specializzata in soluzioni informatiche in tecnologia “open source”.
Nessun dato fornito da pazienti o medici può giungere ad estranei.
Il sistema è protetto e concepito in modo da non poter essere usato a fini impropri o che contravvengono al segreto medico.
Tutte le informazioni raccolte e registrate vengono, in effetti, anonimizzate.
Per garantire la massima indipendenza e neutralità, l’analisi dei dati della GDB è affidato a un istituto unviersitario esterno.

Come funziona

A ogni paziente che giunge nella rete di medicina dello sport yellow P viene proposta l’inclusione nella banca dati. Alla prima visita in sala d’attesa, dopo aver ricevuto una dettagliata informazione e dato il suo consenso, in soli due minuti riempie un formulario elettronico sull’attività fisica e sportiva. Dopo il consulto, anche il medico fornisce importanti dati sulla diagnosi.
Oltre ai consueti controlli, nelle settimane successive, a scadenze regolari, il paziente, il medico e il fisioterapista contribuiscono per via elettronica a completare la banca dati.
In pratica il paziente risponde via sms a poche, sintetiche ma importanti domande semplicemente cliccando sullo schermo del suo telefono cellulare. Scegliendo un valore da zero a dieci, dove dieci corrisponde al massimo punteggio possibile, dà il suo apprezzamento sul decorso.
Per ridurre al minimo possibile il disturbo per il paziente, l’acquisizione dei dati dura meno di 30 secondi.
Questo sistema di feedback tramite sms è spedito per un totale di 5 volte nei 24 mesi che seguono la prima visita. Ogni paziente può, se lo desidera, interrompere in qualsiasi momento la procedura e lasciare il progetto.